#BlogEllePì – Riflessioni sul dopo: tutelare i luoghi di incontro

I potenziali vantaggi del “dopo COVID” sono molti: una società orientata a sviluppare e coltivare relazioni, che favorisce le aggregazioni fisiche delle persone; un sistema multimediale che non vuole inquinare il dibattito con notizie false e inutili, fuorvianti; la riduzione dei lavori e dello scambio di servizi inutili, la riduzione degli orari di lavoro inutilmente allungati o basati sulla società del Novecento.

Il più grande svantaggio di un nuovo sistema socio-economico, però, potrebbe essere una forma subdola di isolamento, derivante dalle professionalità svolte online. Il “webinar” è una forma utile di condivisione, ma annulla la possibilità di andare oltre l’oggetto della conversazione, impedisce di stabilire nuovi contatti umani. La logica dell’algoritmo che impone una “Echo Chamber” o “Filter Bubble” sui social network – sostanzialmente ponendo l’utente in un contesto a lui simile dal quale uscirà difficilmente – si replica sul piano professionale.

La materialità di alcuni servizi/lavori è fondamentale per lo sviluppo della personalità: questo è immediatamente visibile in tutto ciò che riguarda istruzione e formazione. Ma anche convegni, seminari, incontri professionali, acquisti in mercati, culti religiosi, sono tutte realtà in cui la persona può conoscere altre persone “al di là” dell’oggetto specifico della propria attività.

È bene tutelare tutte queste occasioni e non affidarsi ciecamente alle tecnologie “smart” come panacea di tutti i problemi o nuova frontiera dell’umanesimo. Oltre al giusto e necessario coraggio che occorre per affrontare la nuova era, serve anche equilibrio e lungimiranza nel non buttare via il bambino con l’acqua sporca.


Paolo Bonini è professore a contratto di Processi decisionali e trasparenza: le politiche di prevenzione della corruzione presso l’Università di Napoli “L’Orientale”. Collabora con la redazione di alcune riviste scientifiche, è avvocato e giornalista; è il coordinatore del laboratorio di cultura politica “Persona è futuro” e collabora con l’ufficio legislativo di un Gruppo parlamentare presso il Senato della Repubblica sui temi della Commissione Affari Costituzionali. Fa parte del Comitato Scientifico del Centro di Ricerca EllePì

Download PDF
#BlogEllePì - Riflessioni sul dopo: che peso avranno le relazioni?
Webinar EllePì - Il “lavoro decente” alla prova del coronavirus