#Blog EllePì – A spasso con Sergiacomi: percorsi educativi di arte e cultura per le scuole offidane!

Tempo di lettura 2 minuti

I Laboratori Didattici Museo Aldo Sergiacomi – ovvero i LaDiMAS, gestiti dalla Fondazione Lavoroperlapersona ETS – sono luoghi d’arte e di lavoro, di accoglienza e relazione. I Laboratori, inoltre, custodiscono il vasto patrimonio artistico e documentale del maestro offidano e, proprio per questo, la Fondazione ha scelto da alcuni anni di valorizzarne le risorse, anche attraverso esperienze educative nate per far dialogare i più piccoli con arte e lavoro. Così, proseguendo la collaborazione con le scuole del territorio, gli appuntamenti del calendario EllePì Education del mese di marzo, sono stati dedicati all’artista Aldo Sergiacomi con il laboratorio creativo dal titolo Conosciamo il territorio: a spasso con Aldo Sergiacomi realizzato presso l’IS Falcone e Borsellino di Offida.

Nel formulare il percorso multidisciplinare, si è scelto di assumere l’arte come dispositivo educativo. Il laboratorio tematico ed esperienziale ha coinvolto i bambini e le bambine delle classi quinte della primaria, attraverso metodi di apprendimento cooperativo ed in situazione, volendo avvicinare i più piccoli ad una fruizione partecipata dei musei, sensibilizzare alla conservazione del patrimonio artistico del territorio e stimolare l’espressione artistica come mestiere e manifestazione della creatività della persona.

Il percorso, condiviso con le maestre delle due classi partecipanti, si è strutturato in tre moduli. Il primo si è concentrato sulla vita e il mestiere dell’artista anche attraverso il racconto di aneddoti e l’analisi di fonti documentali; il secondo ha impegnato le classi in una passeggiata alla ricerca delle opere sul territorio e la visita al museo, durante la quale hanno mappato le opere presenti nel centro storico; il terzo ha coinvolto gli alunni e le alunne nella ideazione e realizzazione di un gioco in scatola dedicato ad Aldo Sergiacomi: ricalcando la struttura del Grande Gioco Dell’Oca, hanno realizzato gli elementi (cartellone, dadi, pedine) inserendo dettagli sulla vita dell’artista e valorizzando le opere più rappresentative.

La fruizione dell’arte è stata vissuta in ogni suo aspetto, ancor più perché essa è un linguaggio universale e immediato canale di emozioni. E’ con tale postura che i bambini e le bambine hanno accarezzato le statue bronzee del maestro, le hanno guardate in ogni particolare e ne hanno riconosciuto la “quotidianità”, ne hanno interpretato il messaggio. Ed hanno creato a loro volta, con l’obiettivo di trasmettere le conoscenze acquisite e la gioia delle loro scoperte, realizzando uno strumento didattico-ludico. 

 


Sonia Palermo è pedagogista e Educational Program Manager della Fondazione Lavoroperlapersona. Nel suo percorso professionale, diverse sono le partecipazioni con enti pubblici e privati nella progettazione e realizzazione di laboratori, eventi culturali e convegni legati ai temi del lavoro, del gioco e della giocoleria. Per alcuni anni ha collaborato con il quotidiano “Il messaggero” con articoli di cronaca, cultura e spettacolo. Il suo principale interesse è nella pedagogia del lavoro.

Download PDF
Webinar EllePì - Una povertà non solo economica: come rigenerare lo spirito del lavoro? - 16 aprile 2024