Webinar EllePì – Lavoro, scuola e società: quale spazio per le nuove generazioni? – mercoledì 19 Maggio 2019

Tempo di lettura 4 minuti

————————————————————————-///—————————————–

    Nome e Cognome (richiesto)

    Indirizzo email(richiesto)

    Cellulare

    Città (richiesto)

    Azienda/Organizzazione (richiesto)

    Ruolo (richiesto)

    Come hai scoperto questa iniziativa?

    Letta l'informativa privacy ex. art. 13 Regolamento UE n. 679/2016, l'interessato dà il suo consenso ai trattamenti dei dati in essa descritti e all'invio di newsletter e altre comunicazioni di carattere informativo/promozionale. L'interessato potrà esercitare i diritti previsti dal suddetto regolamento sui dati forniti, scrivendo al Titolare del trattamento dei dati: Fondazione Lavoroperlapersona via Ferdinando Fabiani 24, 63073 Offida (AP), oppure all’indirizzo mail: info@lavoroperlapersona.it

    ***CONTROLLA ANCHE LA CARTELLA DELLO SPAM PER VERIFICARE L'EMAIL DI CONFERMA***

    Lavoro, scuola e società:
    quale spazio per le nuove generazioni?
    Webinar EllePì – mercoledì 19 Maggio – ore 18:30

    Cittadini di un mondo in rapido cambiamento e protagonisti di una storia ancora da scrivere, le nuove generazioni affrontano un rapido susseguirsi di avvenimenti governati da agenti esterni. Sebbene siano oggetto di attenzione continua da parte delle istituzioni e delle scienze umane, a volte appaiono come un gruppo disgregato dalla complessità sociale. Incompresi, sottovalutati o sopravvalutati, i giovani cercano la loro identità, il personalissimo orizzonte di senso che li proietti nel futuro. Padroni degli strumenti tecnologici per entrare in contatto con l’”altro”, interagiscono attraverso codici nuovi e sconosciuti per le generazioni più anziane. Ricchi di sentimenti, desideri, aspettative, reclamano il loro spazio: ma quale spazio si sta predisponendo per loro? Esso sarà in grado di accogliere i loro talenti?

    Il processo di crescita passa attraverso le agenzie educative – da quelle più prossime a quelle più distali – fino al raggiungimento dell’autonomia personale e dell’autosufficienza economica. Un ciclo naturale inficiato, però, dal clima di precarietà che ci circonda, dovuto anche alle crisi economiche e ambientali. Nell’ottica degli obiettivi dell’Agenda 2030, assicurare un’istruzione di qualità, equa ed inclusiva, e promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti; incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti, la scuola e il lavoro restano i perni di una policy orientata allo sviluppo sociale. Il tasso di abbandono nell’accesso alle scuole secondarie è del 3,8 % ed anche le competenze basiche dei giovani risultano inferiori alla media europea (dai dati PIAAC /OCSE). La mancata acquisizione di competenze, insieme al non adeguato livello di formazione terziaria delle giovani generazioni – se il paese non investe in un’educazione di qualità – accrescerà per le giovani generazioni la difficoltà di accesso alle professioni del futuro.

    La scelta della scuola, orientata dal contesto familiare e sociale non sempre coincide con una “vocazione” personale: più spesso risponde alla domanda del mercato del lavoro, a prescindere dalle attitudini della persona. La scuola, per quanto si possano annoverare esempi di altissima qualità, sia come luogo di apprendimento che di crescita personale, non sempre ha garantito e garantisce la migliore educazione possibile. Quali ulteriori agenzie educative possono essere potenziate per il bene delle nuove generazioni? Al di là delle competenze tecniche acquisite, come migliorare il rapporto scuola-lavoro?

    Come creare sistemi efficaci di orientamento dalla scuola al lavoro? Come motivare i giovani ad un futuro professionale in grado di promuovere il talento e la creatività indispensabili per disegnare il futuro? Come coinvolgere il mondo delle imprese in questa sfida educativa? Il rafforzamento delle infrastrutture, una più efficace formazione degli insegnanti e la dotazione di ambienti didattici tecnologicamente evoluti potranno costituire elementi ulteriori di innovazione?

    Il programma:

    ore 18:25 – Accoglienza

    ore 18:30 – Apertura e Saluti Istituzionali

    Laura Innocenti è presidentessa della Assemblea degli Aderenti della Fondazione Lavoroperlapersona. Ha conseguito il PhD in Human Resource Management and Organizational Behaviour presso il King’s College London. Ha lavorato per oltre dieci anni nella Direzione Risorse Umane di Telecom Italia, occupandosi di tematiche relative alla selezione e sviluppo del personale ed all’organizzazione. Ha collaborato come senior consultant per diverse società di consulenza, tra le quali Great Place to Work Institute Italia, nella realizzazione di progetti finalizzati all’analisi del clima organizzativo. Inoltre, si occupa di formazione, ricerca e consulenza sui temi di people management e organizzazione. Dal 2018 è Lecturer in Luiss Guido Carli dove insegna Organizzazione Aziendale e Comportamento Organizzativo e è nel team di People Management Lab srl – Società Benefit e B-Corp.

    ore 18:35 – Introduzione: Quale spazio per le nuove generazioni? Giuditta Alessadrini è professoressa senior di Pedagogia Sociale e del Lavoro presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Roma TRE. È Coordinatrice del Dottorato in “Teoria e Ricerca Educativa e Sociale” presso lo stesso Ateneo. Ha svolto numerose ricerche nel campo della formazione degli adulti nelle organizzazioni e della formazione quadri e manageriale Ha svolto fin dalla metà degli anni novanta attività di formazione e di coordinamento formativo presso alcuni enti e importanti società italiane. Ha pubblicato numerosi volumi e saggi sul tema della pedagogia del lavoro ed educazione degli adulti.

    – 18:50 – Intervengono

    Stefano Mastrovincenzo, marchigiano, si è laureato presso l’Università di Camerino e, dopo un periodo di collaborazione con l’Ateneo e di lavoro presso un’impresa, sceglie presto l’impegno sociale nel sindacato; opera nella federazione dei lavoratori tessili-calzaturieri, poi nella CISL Ancona e dal 2008 al 2016 è segretario generale CISL Marche. Ha frequentato il Master in Gestalt Counseling Integrato, presso la SIPGI, e numerosi percorsi formativi al Centro Studi CISL di Firenze. A gennaio 2017 è nominato Amministratore unico di IAL Nazionale srl impresa sociale, impresa che coordina una rete composta da 15 imprese sociali in Italia e di un ente formativo in Germania.

    Oscar Pasquali è Chief Executive Officer di Generation Italy, fondazione no-profit fondata da McKinsey & Company. E’ stato Capo della Segreteria Tecnica dei Ministri dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli e Stefania Giannini dove si è occupato di diversi cantieri di riforma con particolare focus su Industria 4.0, Programma Nazionale per la Ricerca 2015-2020 e Alternanza Scuola Lavoro. Dal 2012 all’inizio del 2016 in qualità di Policy Manager dell’American Chamber of Commerce in Italy si è occupato di Internazionalizzazione di impresa, investimenti esteri, e ha collaborato all’organizzazione del Padiglione USA ad Expo Milano 2015. Precedentemente ha lavorato come management consultant a livello italiano ed europeo. Oscar ha una laurea in storia e un master in Public Management alla SDA Bocconi.

    – 19:15 – Discussione

    – 19:30 – Chiusura

    Download PDF
    La trasformazione degli spazi: una proposta concreta per Imprese, Scuola e Comuni