Incontri EllePì – Maggio 2014 – Creare legami per accogliere fragilità. Tornare persone attraverso il lavoro

etichetta-SpazioIl contenitore culturale ed educativo della Fondazione Lavoroperlapersona a Roma reso possibile grazie alla collaborazione di Ciampi Pianoforti. Incontri per condividere idee ed esperienze: seminari e conferenze, laboratori e workshop. Per interrogarsi sull’importanza di valori quali fiducia, accoglienza, inclusione e solidarietà; per coltivare il rispetto e la dignità della persona, per aprirsi all’altro come crescita e dono. Concerti e mostre accompagneranno ed esalteranno i momenti di dibattito e approfondimento.

Il terzo appuntamento di Spazio EllePì si è svolto Venerdì 9 e Sabato 10 maggio, in Via San Tommaso d’Aquino 85, Roma. Nelle due giornate sono stati proposti incontri per discutere il tema:

Creare legami per accogliere fragilità

Tornare persone attraverso il lavoro

  • Possiamo accogliere fragilità coltivando fiducia nel futuro e nelle persone?
  • Esistono nuove forme di dialogo tra profit e no profit per educare al lavoro?
  • Come ridare la speranza agli esclusi?

L’economia, e con essa la società, sta attraversando una fase di cambiamento epocale. Le imprese e i mercati attuali si allontanano sempre più dal modello con il quale li abbiamo immaginati, vissuti e descritti solo fino a pochi decenni fa. La parola “Accoglienza” nel lessico dell’economia è rimasta una parola straniera, anzi nemmeno presa in considerazione. Eppure non è affatto marginale o particolare, è una parola che illumina una via nuova e rinnovata, oltre il fallimento e il capolinea di una civiltà che ha creduto sempre solo nel potere e nella lotta per conquistarlo.

Il rischio più grave di questa generazione di capitalismo è stato la perdita di contatto con i luoghi veri della vita sociale e con la gente comune. La nuova economia che in tanti desideriamo non potrà che venire, rovesciando sguardo e protagonismi, se si riparte dai più fragili, dagli esclusi e dalle periferie. Una realtà immensa che è oggi «la più piccola tra le città». Siamo vicini al punto di rottura e diventa urgente dare ascolto agli esclusi. Persone con vocazioni professionali e imprenditoriali che trovano – anziché ascolto e fiducia – indifferenza e rifiuto, tanto capaci di “scomparire” nella quotidianità del vivere, quanto di rimanere ben impressi nell’immaginario collettivo.

Il programma

Venerdì 9 maggio

Accogliere fragilità coltivando fiducia nel futuro e nelle persone

Valorizzare il lavoro degli esclusi e dei più fragili è la prospettiva di un’economia inclusiva capace di dare fiducia al futuro e alle persone. Lo sviluppo inclusivo non può fare a meno della imprenditorialità e delle idee, soprattutto di quelle degli esclusi, né della fiducia che nasce dai legami e dalla condivisione di un modo davvero umano di vivere.

18.00| Apertura dei lavori

Introduce e modera: Claudio Mennini, Fondazione Lavoroperlapersona|

IntervengonoEmilio Baccarini, Università Tor Vergata di Roma| Silvia Landra, Fondazione Casa della carità| Andrea Vecchia, Consulente progetti di imprenditoria sociale

20.00| Performance musicale EllePì Band: Antonella CiabattoniClarinettoSara D’Angelo, Violoncello| Silvia PremiciPianoforte

20.30| Apericena

 

Sabato 10 maggio

Il lavoro degli esclusi: dal rifiuto all’accoglienza

Le logiche di mercato e la rinnovata cultura sociale richiedono uno sforzo aggiuntivo. Occorre sperimentare nuove forme di armonizzazione tra profit e non profit, saper ascoltare la voce degli esclusi e delle “periferie esistenziali”, affinchè ne traggano un vantaggio in termini di legami, di riflessione, di condivisione.

9.30| Apertura di lavori

Introduce e modera: Gianluca Schinaia, FpS Media|

Ne discutono: Marco Berardo Di Stefano, Bio-Fattoria Solidale del Circeo| Giuseppina Di Bari, Comune di Venezia Servizio promozione e inclusione sociale| Enrico Sanchi, Virtus Italia Onlus|


11.00| Coffee-break

 

Tornare persone: produrre vite di valore

Diventa molto più difficile sostenere il confronto con la diversità, con la pressione della vicinanza, con la fragilità e la vulnerabilità (propria e altrui). Occorre invece cogliere i modi con cui alcune “situazioni etiche” si realizzano attorno alle esperienze di estrema vulnerabilità e fragilità; raccogliere alcune forme educative e sociali di riconoscimento, di ricomposizione, di riconciliazione, di perdono.

11.30| Apertura dei lavori

Introduce e modera: Gianluca Schinaia, FpS Media|

Ne discutono: don Roberto Guernieri, Cappellano del carcere di Rebibbia| fratel Enrico Muller, Cooperativa sociale Occhi aperti|

13.00| Chiusura e arrivederci

download

 

 

 

Altre Iniziative

Nelle giornate di Venerdì 9 e Sabato 10 maggio sono stati allestiti all’interno dei locali che ospitano lo Spazio EllePì

Proiezione del film Il lavoro è dignità di Giovanni Panozzo

Mostra fotografica Fare arte a Scampia. Mostra collettiva di arte contemporanea

Book Corner

in collaborazione con la Libreria Mondadori di Via Piave

L’Angolo del Dono

in collaborazione con Made In Carcere

 

Spazio EllePì è un’iniziativa della Fondazione Lavoroperlapersona realizzata in

Collaborazione con  Bio-Farm        ciampi2        color     logo-made-in-carcere       MIR      occhiaperti

Sponsor    logo-Gabrielli-web  TripleHero-ceb-shl-talent-measurement-logo angelini_web    confcooperative-italiane   Logo-Loccioni-web Telespazio

Con il contributo di      UBI-BPA_4CN_66

Con il supporto di   cento50       franco-angeli-logo        libreria-viapiave

 

 

 

Come Raggiungerci

mappa-Parking

Via San Tommaso d’Aquino 85, all’interno del quartiere “Della Vittoria”, in un’area compresa tra Piazzale Clodio e Piazzale degli Eroi ed è facilmente raggiungibile grazie alla linea metropolitana (10 minuti a piedi dalla fermata Cipro/Musei Vaticani oppure fermata Ottaviano della linea A) e ai numerosi mezzi pubblici che servono la zona. (http://www.atac.roma.it/)

Nella zona sono presenti diversi parking privati (come indicato nella mappa):

B) Circonvallazione Trionfale 85 (a 80 metri);

C) Circonvallazione Trionfale 55/B (a 110 metri);

D) Via Enrico Caporali 14 (a 140 metri);

E) Via Caverni Raffaele 24 (a 160 metri);

F) Via Trionfale 77 (a 180 metri).

Download PDF
Blog EllePì - Il presupposto della fiducia
FareFilosofia | Per chi?