Rosora 2013 – Lavoro, Apprendimento, Accoglienza

Lavoro, Apprendimento, Accoglienza

Video e foto, testi e riflessioni per condividere l’impegno verso gli altri

Si è svolto sabato 13 luglio presso il Palazzo Luminari di Rosora, l’incontro Lavoro, Apprendimento, Accoglienza, iniziativa organizzata dalla Fondazione Lavoroperlapersona in collaborazione con il Comune di Rosora.

L’incontro è stato un’occasione per discutere dell’importanza del lavoro come espressione della persona e per conoscere, attraverso la parola, il filmato e l’immagine, la realtà della Fondazione, i suoi valori e le sue iniziative. È stato possibile visitare, inoltre, la mostra fotografica Lavoro, Apprendimento, Accoglienza, nella quale sono stati esposti scatti provenienti dall’archivio dell’Istituto Cinecittà Luce. L’appuntamento è stato aperto dal sindaco del comune, Lamberto Marchetti, che ha ringraziato la Fondazione e la cittadinanza, intervenuta numerosa. Ha poi preso la parola Gabriele Gabrielli, presidente della Fondazione Lavoroperlapersona e cittadino onorario di Rosora, che ha sottolineato come ‘L’uomo non è un’isola, perché l’uomo è un soggetto in relazione con gli altri. L’altro, di conseguenza, è un dono e non una minaccia. La Fondazione Lavoroperlapersona nasce quindi per condividere la visione di un mondo come comunità aperta, interculturale e accogliente’.

Alcuni momenti dell’incontro

La proiezione del Cinegiornale Lavoroperlapersona, seguita con interesse, ha introdotto il dialogo tra Riccardo Ceccarelli, giornalista e storico, Don Giuliano Gigli, Parroco di Rosora, e l’imprenditore Enrico Loccioni.

Riccardo Ceccarelli, il primo a prendere la parola, dopo aver affermato che ‘L’attualità spesso fa nascere una sensazione di scoramento’ e aver aggiunto che ‘Papa Francesco nella sua visita a Lampedusa ha detto che abbiamo globalizzato l’indifferenza’, ha terminato con parole di ottimismo ‘Si deve dare spazio all’utopia e alla speranza. Si deve avere la volontà di centrare tutto sulla persona, non sull’individuo; anche tramite le iniziative educative della Fondazione si lotta per realizzare questo futuro e questa speranza’.
Don Giuliano Gigli, dopo aver proposto a Gabriele Gabrielli di ‘esportare’ le iniziative educative anche nel territorio di Rosora, ha sottolineto l’importanza dell’educazione stessa e della necessità di partecipare: ‘Se io non partecipo, non condivido, io non sono un cristiano. Quando arriva un povero alla tua porta tu di’ Deo Gratias. La dignità umana è importante, bisogna cambiare il sistema, non solo economico’.

Enrico Loccioni continua il dibattito affermando che ‘Da soli non si arriva da nessuna parte, bisogna avere fiducia nell’altro, anche nell’avviare e proseguire un’impresa. Bisogna gestire il lavoro e non subirlo: il lavoro deve farti alzare la mattina con il sorriso, con una motivazione, proprio per questo motivo è necessario trovare e alimentare la motivazione di ciascuno. Dobbiamo tenere alto l’aspetto dell’accoglienza e dell’ospitalità’. Lo stesso conclude con il monito adottato da Don Giuliano Gigli: ‘Per rendere possibile tutto questo è necessario cambiare atteggiamento’.

Un viaggio attraverso documenti audiovisivi e fotografici alla ricerca di testimonianze di quei valori che oggi sembrano persi e che è invece necessario recuperare: solidarietà, realizzazione personale, crescita collettiva, rispetto, dignità. Un pellegrinaggio tra istantanee di occupazioni passate che conducono a riflessioni sul presente.

 

Social Media Manager:

Lucia Ladowski

socialmedia@lavoroperlapersona.it

Download PDF
Campus Educativo 2013 - Ensemble
Summer School 2013 - Orizzonti della Fiducia. Percorsi, valori, risorse