Incontri EllePì – Lavoro e inclusione: creare valore per tutti

 

L’inclusione al lavoro è stato oggetto, negli ultimi anni, di una sempre maggiore attenzione: sono molteplici le esperienze che testimoniano la fertilità di un approccio in cui diversità e fragilità non sono un limite o un ostacolo per le organizzazioni, ma un valore aggiunto, una risorsa in termini di sviluppo e di arricchimento. I tempi sono maturi per un vero e proprio cambio di paradigma in cui la persona sia davvero al centro del lavoro, aiutata e stimolata mediante pratiche di inclusione efficaci, efficienti ed eque.

Sono numerosi i fattori che contribuiscono ad accrescere la consapevolezza sulle inevitabili fragilità che i luoghi di lavoro sono destinati ad accogliere e prendere in carico. Tra questi c’è, indubbiamente, anche il progressivo innalzamento demografico della società, il quale pone nuove sfide alle imprese e all’organizzazione del lavoro: basti pensare, per esempio, alla gestione di un numero sempre più cospicuo di persone affette da patologie croniche nei luoghi di lavoro.

Emerge, quindi, la necessità di rivisitare le politiche di salute e sicurezza, benessere organizzativo, conciliazione vita-lavoro per sperimentare pratiche adeguate al nuovo contesto. Si tratta di sollecitare uno human resource management più coraggioso, capace di incorporare le opportunità che la tecnologia può offrire per migliorare la qualità e la sostenibilità del lavoro.

In questa cornice, vanno conosciute e valorizzate anche le sempre più numerose esperienze ed iniziative che, attraverso il rispetto e l’inclusione della disabilità, stanno innescando virtuosi processi economici e sociali capaci di generare valore per tutti, e non solo per coloro che ne sono i destinatari. Si delinea un orizzonte in cui i luoghi di lavoro – e i progetti imprenditoriali che lo producono – appaiono come un generativo cantiere dove accogliere, prendersi cura e dare valore – anche economico – alle molte fragilità che la contemporaneità propone. D’altro canto il lavoro, per sua natura, è fonte di realizzazione personale, impreziosendo l’identità di ognuno attraverso la rete di relazioni con gli altri e con il mondo che produce.

Il lavoro, per tutti questi motivi, diventa componente e strumento fondamentale per rendere ciascun individuo portatore di disabilità, fragilità e a rischio di marginalizzazione un soggetto socialmente attivo, capace di guardare al proprio futuro senza timore. Un approccio lontano dall’idea di assistenzialismo (che va salvaguardato) e che guarda alle persone diversamente abili in maniera attiva, come potenziale per crescere come singoli e come comunità civile.

La Fondazione Lavoroperlapersona dedica il suo Incontri EllePì di venerdì 18 Maggio 2018 ad una riflessione dal titolo Lavoro e inclusione: creare valore per tutti ospitati dalla Fondazione Telethon in Via Varese 16/B, Roma, a poche centinaia di metri dalla stazione Termini e dalla Metro B (Castro Pretorio). Un’occasione per riflettere su come l’inclusione della disabilità e delle fragilità sia un veicolo fondamentale di sviluppo nella creazione di pratiche di innovazione e cambiamento culturale e organizzativo, capaci di aumentare il benessere delle persone e di generare valore per tutti.

 

INTERVERRANNO: 

 

Gabriele Gabrielli, Presidente Fondazione Lavoroperlapersona

 

 Laura Innocenti consulente e formatrice, insegna Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione alla LUISS Guido Carli. Nel Centro di Ricerca della Fondazione Lavoroperlapersona – dove segue più da vicino le tematiche di diversity management e, in particolare, quelle legate all’età – è responsabile del progetto MACRO@work

Emilio Mandozzi è il responsabile della Locanda del Terzo Settore “Centimetro Zero” di Spinetoli (AP), un modello di locanda sociale che coinvolge la disabilità, l’autoproduzione e il recupero creativo.

Antonio Pelosi è l’ideatore e il proprietario dell’Albergo Etico di Roma, un hotel che nasce con lo scopo di coniugare, all’interno di un solido progetto di inclusione della disabilità, Ospitalità e Social Responsibility.

Daniele Eleodori è Direttore Risorse Umane & Organizzazione della Fondazione Telethon 

 

 

PROGRAMMA:

Introduzione – Lavoro e fragilità: un cantiere sempre aperto

          Gabriele Gabrielli, Presidente Fondazione Lavoroperlapersona

 

Disabilità al lavoro Quando l’impresa incorpora le fragilità rendendole generatrici di valore anche economico. Due storie di inclusione

          Emilio Mandozzi racconta la Locanda del Terzo Settore “Centimetro Zero” di Spinetoli (AP)

          Antonio Pelosi racconta l’Albergo Etico di Roma

 

Malati cronici al lavoro Una ricerca della Fondazione Lavoroperlapersona per prendersene cura e costruire caring  organizations

          Laura Innocenti racconta il progetto MACRO@work

 

Muoversi al passo dei più deboli – Quando prendersi cura di chi soffre di una malattia genetica rara ti cambia la vita. E il lavoro?

          Daniele Eleodori, racconta la forza delle mamme rare di Telethon

 

L’EVENTO E’ A INGRESSO GRATUITO; PER MOTIVI ORGANIZZATIVI E’ NECESSARIA LA REGISTRAZIONE 

ISCRIVITI UTILIZZANDO IL FORM SOTTOSTANTE:

 

Nome e Cognome(richiesto)

Indirizzo email(richiesto)

Cellulare

Città

Professione

Nome e Cognome accompagnatore

Indirizzo email accompagnatore

Letta l' informativa privacy ex. art. 13 Regolamento UE n. 679/2016, l'interessato dà il suo consenso ai trattamenti dei dati in essa descritti e all'invio di newsletter e altre comunicazioni di carattere informativo/promozionale. L'interessato potrà esercitare i diritti previsti dal suddetto regolamento sui dati forniti, scrivendo al Titolare del trattamento dei dati: Fondazione Lavoroperlapersona via Ferdinando Fabiani 24, 63073 Offida (AP), oppure all’indirizzo mail info@lavoroperlapersona.it

Download PDF
Noi, Robot (?): Un EduGame EllePì per giocare (e riflettere) su robot e lavoro   
Incontri EllePì a Lecce: Lavoro e cultura strumenti di democrazia e di inclusione