Campus Educativo 2013 – Imparare il territorio

Nei mesi di aprile (19) e maggio (17 e 28) si è svolta l’iniziativa della Fondazione Lavoroperlapersona, indirizzata agli allievi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, per scoprire il territorio di Offida  in particolare quello meno noto e legato alla vita dell’artista-scultore Aldo Sergiacomi. “Imparare il territorio. Itinerari d’arte ascoltando Aldo Sergiacomi”, questo è il nome del progetto che vuole avvicinare ed educare i ragazzi al rispetto della memoria storica rafforzando in loro il senso di rispetto ed appartenenza. I primi a lanciarsi in quest’avventura sono stati i ragazzi della IV elementare tempo normale di Offida che guidati dalle argomentazioni  della Prof. Sara D’Angelo hanno avuto modo di scoprire luoghi e monumenti tanto quotidiani quanto poco conosciuti.

L’itinerario, scelto per ripercorrere le orme artistiche di Aldo Sergiacomi, ha toccato in primis il monumento alle Merlettaie dove gli allievi  hanno avuto modo di analizzare, sollecitati dalle domande della docente, il significato simbolico e rappresentativo dell’opera unitamente all’approfondimento dei materiali artistici utilizzati come bronzo, laterizio e travertino. La classe poi si è diretta proseguendo a piedi, e approfittando del bel sole, verso il monumento più significativo della storia artistica dello scultore, ovvero  la chiesa di S. Agostino, edificio ben conosciuto dai ragazzi poiché vicinissima alla loro sede scolastica. Qui c’è stato il tempo per presentare il Portone Bronzeo (opera ultima dell’artista) e la storia del miracolo eucaristico che illustra. Una volta all’interno poi, lungo le pareti della navata, i ragazzi hanno potuto ammirare la mirabile Via Crucis in terracotta e l’altare maggiore in marmo, opere di Sergiacomi.

Nonostante l’ambiente fosse poco ludico e le tematiche non fossero troppo leggere, è stato bello vedere lo stupore dei loro occhi dietro al racconto delle vicende di Cristo e nello stesso tempo vedere il loro sforzo nel comprendere i differenti  materiali di fattura delle opere o ancora la corrispondenza del racconto con le espressioni visibili dei corpi. Durante il percorso d’arte dentro la chiesa si è introdotta la storia della vita dell’artista che poi si è conclusa nei luoghi dei  “Laboratori Didattici Museo Aldo Sergiacomi”, sede della Fondazione.  Visitando le stanze dei Laboratori i ragazzi hanno potuto ammirare i luoghi di lavoro e fatica dell’artista, focalizzandosi soprattutto sugli utensili, sui vari modelli di occhiali, sugli sgabelli e sui disegni preparatori delle opere.

Gli allievi, infine, hanno visitato per la prima volta gli spazi della Fondazione che ospiteranno – nei prossimi mesi – le iniziative educative del Campus estivo e i suoi laboratori ArtLaB, Ensemble e Crescere Insieme. Un grande entusiasmo. Raggianti gli alunni hanno letteralmente tempestato di domande la docente che, nel ringraziare, le maestre ha ricordato i prossimi appuntamenti del progetto.

Download PDF
Seminario 2014
Una soluzione europea per la cittadinanza?