CENTRO RICERCA FONDAZIONE LAVOROPERLAPERSONA

CHI SIAMO

Il Centro di Ricerca EllePì è la struttura di ricerca della Fondazione Lavoroperlapersona che nasce nel settembre 2017. Con questo progetto ci proponiamo di contribuire, ampliandone i riferimenti e le prospettive di analisi, alla discussione intorno al tema del lavoroperlapersona, alle categorie di pensiero che lo identificano e alle pratiche che lo rendono concreto per facilitare la fioritura dell’umano nell’economia e nel lavoro. Il lavoro, infatti, è per la Fondazione Lavoroperlapersona bene irrinunciabile, oggetto per questo di attenzione e tutela anche da parte degli ordinamenti giuridici nazionali e sovranazionali, fondamento di democrazia e civiltà, mezzo per ricercare benessere, fonte di realizzazione personale e sociale. Con il lavoro impreziosiamo la nostra identità, costruiamo legami con gli altri e con il mondo che abitiamo, prepariamo un futuro migliore e più accogliente per le generazioni che verranno dopo di noi. La verità sull’uomo, però, va oltre il lavoro; per questo, esso deve essere in grado di dare voce ai progetti di ciascuno, assecondando vocazioni e talenti personali, iscrivendoli in un orizzonte condiviso.

COSA FACCIAMO

In questa cornice, il Centro di Ricerca EllePì promuove attività di approfondimento e divulgazione scientifica, svolge attività di ricerca, progetta e realizza indagini e analisi anche a servizio di imprese e organizzazioni, profit o no profit, istituzioni pubbliche e private. Un team interdisciplinare di professori, ricercatori ed esperti portatori di competenze qualificate favorisce la costituzione di network e collaborazioni internazionali con Università ed altri enti di ricerca.

Il Centro di Ricerca EllePì, oltre ad organizzare e partecipare a seminari di studio, convegni e incontri pubblici intorno ai temi del lavoroperlapersona, si propone di:

  • supportare scientificamente l’attività della Fondazione Lavoroperlapersona;
  • garantire una presenza adeguata nel dibattito pubblico sui temi di interesse attraverso riflessioni, interviste, working paper, articoli scientifici, pubblicazioni e volumi tematici all’interno della collana LAVOROperLAPERSONA dell’editore FrancoAngeli;
  • legittimare il lavoro della Fondazione nei confronti di istituzioni, policy maker e operatori;
  • divulgare gli esiti del suo impegno scientifico e culturale presso le diverse componenti della società civile;
  • aiutare imprese, istituzioni, organizzazioni pubbliche e private a creare policy e pratiche orientate al lavoroperlapersona.
AREE DI RICERCA

Il lavoro cambia. Da sempre l’economia e la tecnologia, per ricordare due fattori tra i più importanti, segnano la sua trasformazione influenzandone l’organizzazione, sollecitando la costruzione di competenze adeguate, modificando i saperi che ne gestiscono le complesse dinamiche psicologiche, sociali e culturali. Anche il nostro modo di guardare al lavoro cambia, da sempre. Atteggiamenti e aspettative nei suoi confronti, infatti, mutano nel tempo sulla spinta di nuove visioni e valori che guidano le generazioni. Nel complesso intreccio di questi elementi si collocano l’esperienza del lavoro e il significato che gli attribuiamo, alla cui comprensione ci avviciniamo ricorrendo a categorie di pensiero altrettanto dinamiche. Così come mutevoli sono i luoghi dove questa esperienza si consuma, i tempi che ne segnano i ritmi, gli strumenti che facilitano la sua espressione individuale e collettiva.
Ricercare, descrivere e problematizzare questa metamorfosi del lavoro nel tempo, anche per individuare buone pratiche e suggerire raccomandazioni, è la finalità che si pone il Centro di Ricerca della Fondazione Lavoroperlapersona. Una missione che privilegia, da un lato, un approccio interdisciplinare e, dall’altro, filoni di ricerca che sembrano meglio di altri segnalare alcune emergenze del lavoro che cambia, viste con le lenti particolari di ricercatori che sentono vive domande come queste:

  • Quando il lavoro e le sue configurazioni organizzative sono a servizio della persona?
  • Quali caratteristiche e condizioni operative consentono di esaltare la natura umana del lavoro, strumento di realizzazione personale e di crescita comunitaria?
  • Quale fisionomia assumono le fragilità nel mondo del lavoro?
  • Come cambiano nel tempo, di generazione in generazione, valori, atteggiamenti e aspettative verso il lavoro? Con quali implicazioni per le persone, per le organizzazioni, per la società?
  • Quando e quanto le policy e la regolazione normativa nazionale e internazionale sono coerenti con una visione del lavoro che sia parte integrante del percorso di umanizzazione della nostra vita?
  • Quali condizioni vanno ricercate affinché le leadership che prendono forma rendano possibile la fioritura del lavoro come esperienza politica e di cittadinanza?

Sono evidentemente domande che intercettano alcune tra le questioni più rilevanti che interessano il lavoro, la visione che ne abbiamo, il significato che gli vogliamo attribuire. Sono domande altresì che segnalano – individuandone talune caratteristiche – i filoni prioritari su cui s’indirizza la ricerca della Fondazione per la costruzione e la diffusione di idee e pratiche del lavoroperlapersona centrate sulla produzione di benessere personale e sociale.