Gestire collaboratori con patologie croniche una sfida per il diversity e il people management

#IncontriEllePì – 13 Giugno 2019 – ore 18:30
Fondazione Telethon – via Varese 16/B – Roma

Le fragilità nel lavoro ci sono sempre state: ogni epoca, infatti, ha le sue, che si incarnano nella storia delle donne e degli uomini che la percorrono. Quella che viviamo, però, è anche l’epoca della distrazione, ove è più facile non accorgersi della loro presenza e per questo dobbiamo porre ancora più attenzione a non silenziarle, soprattutto sui luoghi di lavoro. L’allungamento dell’età media e della speranza di vita è, senza ombra di dubbio, uno dei tanti risvolti positivi dovuti ai progressi scientifici che – negli anni – hanno accresciuto la qualità di vita di tante persone affette da gravi patologie croniche.

Questa buona notizia ha importanti implicazioni di carattere sociale poiché sempre più spesso persone malate riescono a condurre una vita attiva e soddisfacente. La rilevanza di questo tema ha cominciato ad affacciarsi anche nei contesti organizzativi poiché sempre più frequentemente persone affette da patologie croniche – per esempio – riescono a conciliare le terapie con l’impegno lavorativo. Molte evidenze empiriche dimostrano che lavorare durante una malattia, o tornare al lavoro, può migliorare la qualità di vita di molti pazienti e accrescere le possibilità di guarigione.

La possibilità di continuare a svolgere la propria attività professionale, infatti, offre alle persone affette da patologie croniche un senso di normalità, l’appartenenza ad una comunità, un rinforzo alla propria autostima in un momento di particolare fragilità. Al tempo stesso, per quanti riescono a lavorare o a tornare al lavoro, vi sono evidenze che mostrano come le malattie croniche incidano sulla retribuzione, sulle possibilità di crescita e di sviluppo. Anche le relazioni con i capi e colleghi possono essere fonte di tensione per le persone malate e per l’intero gruppo di lavoro. Ad esempio, la ridistribuzione temporanea dei carichi di lavoro può inizialmente essere tollerata, ma alla lunga può alimentare risentimento. La mancanza di comprensione delle reali difficoltà di chi affronta una malattia cronica può portare ad un clima di biasimo e a fenomeni di stigmatizzazione che possono indurre le persone a nascondere la propria patologia. La presenza di colleghi che presentano malattie croniche rappresenta una sfida ricca di opportunità ma anche di alcune zone d’ombra che vanno adeguatamente affrontate.

La Fondazione Lavoroperlapersona propone Incontri EllePì Gestire collaboratori con patologie croniche: una sfida per il diversity e il people management per affrontare il tema della gestione dei collaboratori che vivono una condizione di fragilità, individuarne le principali criticità e farne emergere opportunità organizzative. Una riflessione che partirà dai primi risultati della ricerca MACRO@work realizzata dal Centro di Ricerca EllePì in una grande multinazionale italiana attraverso metodologie di ricerca qualitative e quantitative e che ha coinvolto un ampio campione di malati cronici, di loro capi e colleghi, di manager e professionisti della Funzione HR e People Care. L’incontro sarà anche l’occasione per presentare gli sviluppi futuri del progetto di ricerca.



L’EVENTO E’ A INGRESSO GRATUITO; PER MOTIVI ORGANIZZATIVI E’ NECESSARIA LA REGISTRAZIONE.  ISCRIVITI UTILIZZANDO IL FORM SOTTOSTANTE:


Nome e Cognome(richiesto)

Indirizzo email(richiesto)

Cellulare

Città

Professione

Nome e Cognome accompagnatore

Indirizzo email accompagnatore

Letta l' informativa privacy ex. art. 13 Regolamento UE n. 679/2016, l'interessato dà il suo consenso ai trattamenti dei dati in essa descritti e all'invio di newsletter e altre comunicazioni di carattere informativo/promozionale. L'interessato potrà esercitare i diritti previsti dal suddetto regolamento sui dati forniti, scrivendo al Titolare del trattamento dei dati: Fondazione Lavoroperlapersona via Ferdinando Fabiani 24, 63073 Offida (AP), oppure all’indirizzo mail info@lavoroperlapersona.it

Download PDF
"La scuola come tutrice di Resilienza" - Intervista a Sara Gabrielli, vincitrice del Premio di laurea Valeria Solesin 2018
Campus Educativo EllePì - Edizione 2019