Blog

di Chiara Pesaresi pesaresiÈ strano ripensare oggi, a distanza di diversi mesi, all’esperienza vissuta a Offida in occasione della Summer School: volti, parole, momenti di quei cinque giorni si riaffacciano alla mente, sotto il comune denominatore del piacere intellettuale ed “estetico”. Il luogo in cui questo evento si è svolto ed i suoi tempi, con l’alternanza di lezioni frontali, riflessione individuale e lavori di gruppo, hanno scandito un ritmo, così diverso dall’abituale quotidianità, che ha reso possibili il pensiero ed il confronto.  Ciò che la Summer School ha rappresentato per me e che mi ha lasciato come impronta è stato il senso forte dell’incontro con l’Altro e cioè, nella fattispecie, con altri giovani ricercatori afferenti a diversi settori disciplinari.

di Alessandro Colella colellaQualche tempo fa, ho avuto il piacere di partecipare con altri giovani ricercatori italiani a una Summer School sui Beni Relazionali, organizzata a Offida dalla Fondazione Lavoroperlapersona. Il tema sul quale ci siamo concentrati è stato la fiducia. Un tema di estrema attualità che la Fondazione ha pensato, per l’appunto, di “affidare” a un gruppo di Docenti provenienti da diversi campi del sapere: filosofico, giuridico, organizzativo, economico e sociologico. La multidisciplinarietà dei Docenti e dei ricercatori, anch’essi provenienti da ambiti di studio diversi, è stata, almeno per quanto mi riguarda, il valore aggiunto delle giornate di studio trascorse a Offida.

di Romina Perni perniLa riflessione sulla città è diventata oggi un’esigenza e un’emergenza. Ne parlano architetti e urbanisti, impegnati a pensare e ad elaborare un realistico progetto di organizzazione “alternativa” di quello che è il centro catalizzatore di tutte le attività della nostra esistenza e che sembra, ormai da diverso tempo, in difficoltà. Ne descrivono le periferie, gli spazi di confine, la vita che scorre come fosse un organismo vivente, sociologi e osservatori di vario tipo, alla ricerca di esempi da proporre e da imitare. Le mega-metropoli sono oggi alla ricerca di una nuova forma per arginare l’espansione e la conseguente parcellizzazione degli spazi e delle esistenze.

di Sara D'Angelo sd Dopo le numerose attività didattico creative dell’estate e il seminario di settembre, che conclude la programmazione annuale, la Fondazione Lavoroperlapersona è scesa in campo con un nuovo progetto educativo all’interno delle aule del polo scolastico di Offida. Questo percorso, che è stato accolto con grande entusiasmo e partecipazione dalla Preside dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Offida e dalle insegnanti tutte, consiste nella proiezione di un filmato storico, un vero CINEGIORNALE della Fondazione realizzato montando insieme filmati tratti dall’archivio dell’Istituto Cinecittà Luce di Roma e alcuni testi che ispirano l’impegno della Fondazione nell’educazione, ricerca e promozione culturale. Un prodotto che permette ai ragazzi di fare un’esperienza diretta, visiva e quasi empirica su temi che solitamente sono abituati a studiare sui libri.

di Alessandra Lucaioli lucaioliLa città oggi è protagonista di cambiamenti pervasivi e radicali tali da portare la questione urbana al centro delle politiche e delle strategie economiche del nuovo millennio. L’attuale configurazione dei tessuti urbani, infatti, non è più idonea a contenere gli effetti dei megatrend che connotano la curva evolutiva della città del ventunesimo secolo, vale a dire: la crescita costante della popolazione e, conseguentemente, del livello di urbanizzazione; il considerevole impatto ambientale delle città; in ultimo, le dinamiche della globalizzazione che espone le realtà urbane alle opposte tendenze della crescita continua e del declino (cfr. Agenzia per l’Italia digitale, 2012).

The term minimalism is also used to describe a trend in design and architecture where in the subject is reduced to its necessary elements. Minimalist design has been highly influenced by Japanese traditional design and architecture. In addition, the work of De Stijl artists is...